napoli

ALFAIURIS

comunedicatania
428px-coacittdimilano.svg
eyJpdCI6IkFsZmFpdXJpcyAifQ==

Via Roma 25 - SEMIANA (PV)

Telefono: + 39 388 166 1470

eyJpdCI6IkFsZmFpdXJpcyAifQ==

ALFAIURIS

 Via Montenapoleone 8 (MI)

Telefono: + 39 388 166 1470


 Corso Italia 58  (CT)

Telefono: + 39 388 166 1470


gplus
The Authors
fotosito

Lawyer. Christian Petrina

CEO 
 

Tel: 388 166 1470

studioalfaiuris@gmail.com

MILITARI ED AVANZAMENTO DI CARRIERA PROCEDURA E RIMEDI

2023-06-01 11:08

Avv. Christian Petrina

Diritto amministrativo militare (trasferimenti, cause di servizio),

MILITARI ED AVANZAMENTO DI CARRIERA PROCEDURA E RIMEDI

MILITARI ED AVANZAMENTO DI CARRIERAPROCEDURA E RIMEDI Il Codice dell’ordinamento militare (c.o.m.) al Titolo VII del Libro Quarto, artt. 1030 e ss. si

 

 

 

Il Codice dell’ordinamento militare (c.o.m.) al Titolo VII del Libro Quarto, artt. 1030 e ss. si occupa della disciplina relativa alla progressione di carriera dei militari.

Ai sensi dell’art. 1031 c.o.m. l’avanzamento può avvenire per anzianità, a scelta (ufficiali e sottufficiali), a scelta per esami (ispettori CC e marescialli delle Forze Armate), per meriti eccezionali e per benemerenze d’istituto (quest’ultima riservata agli appartenenti ai ruoli ispettori, sovrintendenti, appuntati carabinieri e finanzieri), quindi graduati e sottufficiali dei Carabinieri.

L’art. 1051 prevede alcuni casi che impediscono l’inserimento nelle cd. aliquote di avanzamento:

“1. Non può essere valutato per l'avanzamento il militare che ricopra la carica di Ministro o di Sottosegretario di Stato.

 2. Non può essere inserito nell’aliquota di avanzamento o valutato per l’avanzamento il personale militare: a) rinviato a giudizio o ammesso ai riti alternativi per delitto non colposo; b) sottoposto a procedimento disciplinare da cui può derivare una sanzione di stato; c) sospeso dall’impiego o dalle funzioni del grado; d) in aspettativa per qualsiasi motivo per una durata non inferiore a 60 giorni”.

Il disposto di cui alla lettera d) non si applica alle donne che risultino assenti per motivi legati alla maternità.

Attesa la temporaneità di tali cause, esse determinano la sospensione, non l’esclusione, dalle aliquote di avanzamento con provvedimento motivato e comunicato al militare interessato in maniera certa e documentata.

Nel caso in cui la causa sospensiva venga meno con effetto retroattivo (si pensi ad una assoluzione con formula piena) avviene la cd. ricostruzione di carriera (anche dal punto di vista economico) ai sensi dell’art. 1085 c.o.m.

Invece, qualora venga meno la causa che impediva l’avanzamento, ad esempio, con effetto NON retroattivo, si verrà inseriti nella prima aliquota utile.

AVANZAMENTO SOTTUFFICIALI

Nelle aliquote di avanzamento formate con decreto ministeriale al 31 dicembre di ogni anno vengono inseriti i sottufficiali secondo criteri a scelta o per anzianità.

La commissione di avanzamento dovrà valutare l’idoneità del soggetto e poi attribuirgli un punteggio che viene espresso in trentesimi sulla base di una valutazione dei requisiti morali, fisici, professionali, specializzazioni, incarichi ricoperti ecc.

Viene quindi formata una graduatoria di merito sulla cui base si formeranno i quadri d’avanzamento.

AVANZAMENTO GRADUATI E TRUPPA

Avviene secondo il criterio dell’anzianità valutata al 31 dicembre di ogni anno.

 

AVANZAMENTO UFFICIALI

Gli ufficiali sono sottoposti a valutazione per l’avanzamento non appena maturano i requisiti minimi previsti con termine al 31 ottobre di ogni anno e, quindi, con indipendenza assoluta tra le valutazioni riferite ai diversi anni.

I criteri adottati sono ad anzianità ed a scelta.

Nel primo caso, si tratta di un’attività vincolata (non discrezionale) in quanto si deve solo controllare il raggiungimento dell’anzianità prevista.

Nel caso di avanzamento a scelta, si tratta di attività discrezionale ove deve valutarsi in una prima fase, che si conclude con una prima votazione della commissione, se l’ufficiale abbia i requisiti per il grado superiore (anche sulla base dei compiti svolti durante il grado rivestito) anche attraverso un esame della documentazione matricolare e caratteristica (voce importante la n. 27 “rendimento”).

Superata questa prima fase, si entra nella seconda finalizzata alla formazione della graduatoria di avanzamento però poi stilare i cd. quadri di avanzamento.

Importante evidenziare che un eventuale sindacato del giudice ( Giudice amministrativo) su eventuali esclusione dai quadri d’avanzamento sarà limitato a palesi incoerenze, illogicità o applicazione di criteri diversi fra i vari candidati, irragionevolezza dei giudizi, contraddittorietà, travisamento dei fatti, non potendo entrare all’interno della discrezionalità amministrativa; oppure a quei casi di violazione delle regole previste anche per la procedura; infine, nel caso di provvedimenti adottati da soggetti non competenti (incompetenza).

Infine, si tenga conto della causa di esclusione prevista dal comma 8 dell’art. 1051 c.o.m.:

“Il personale militare inserito nei ruoli del servizio permanente che è stato condannato con sentenza definitiva a una pena non inferiore a due anni per delitto non colposo compiuto mediante comportamenti contrari ai doveri di fedeltà alle istituzioni ovvero lesivi del prestigio dell'amministrazione e dell'onore militare è escluso da ogni procedura di avanzamento e dalla possibilità di transito da un ruolo a un altro”.

A volte può accadere che si rimanga esclusi per errate valutazioni della P.A.

In tal caso è doveroso impugnare il provvedimento nei termini e modi di legge.

 

 

PER QUALUNQUE PROBLEMATICA RIGUARDANTE QUANTO SOPRA CONTATTACI:

dirittomilitare@studiolegalepetrina.com (decrivi il tuo problema indicando il tuo contatto ed entro 24 ore sarai ricontattato)

3881661470 (invia un whatsapp anche vocale con descrizione problematica ed entro 24 ore sarai ricontattato)

    Lorem ipsum dolor sit amet, consectetur adipisicing elit, sed do eiusmod tempor incididunt ut labore et dolore magna aliqua. 
    Create Website with flazio.com | Free and Easy Website Builder